Parental control: come attivarlo?

Da due giorni, come previsto dalla delibera Agcom, per gli operatori telefonici è obbligatorio attivare un sistema di parental control sulle Sim intestate ai minorenni. Ma come si attiva il parental control?

La risoluzione Agcom dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha stabilito, a partire dal 21 novembre, l’obbligo per tutti gli operatori di implementare un sistema di controllo parentale sulle SIM registrate a nome di minorenni. Ciò implica che vi sia una supervisione preventiva dei contenuti accessibili all’utente, con l’internet provider responsabile di bloccare direttamente i contenuti inappropriati. Le compagnie telefoniche italiane hanno adeguato le loro politiche, offrendo gratuitamente sistemi di filtraggio Internet che precedentemente erano disponibili solo a pagamento per gli utenti. In questo modo, i contenuti inappropriati per i minorenni saranno ora bloccati direttamente a livello della SIM, anziché attraverso il telefono o il tablet. Ma vediamo tutti i dettagli della delibera e come funziona il parental control.

Parental control: le nuove norme e come attivarlo

A partire dal 21 novembre, tutti gli operatori telefonici italiani hanno implementato automaticamente il parental control obbligatorio per i minorenni. È inoltre possibile attivarlo manualmente su SIM non intestate a un minore ma utilizzate comunque da ragazzi sotto i 18 anni. In quest’ultimo caso, l’utente dovrà attivare il parental control tramite l’applicazione di gestione dell’abbonamento (come MyTim, MyFastweb o My Vodafone). Per quanto riguarda Iliad, la compagnia francese offre gratuitamente ai suoi utenti l’app McAfee Safe Family, che include un sistema di controllo parentale.

Bambina con il computer e parental control
Immagine | Pixabay @ilkercelik – Sitiwebok.it

Ma come si attiva il parental control? Vediamo come fare su ogni tipologia di dispositivo.

Come attivare il parental control su PC. Il tuo bambino utilizza un computer in casa e hai delle preoccupazioni riguardo alla possibilità che possa incontrare contenuti inappropriati? Esaminiamo come affrontare questa situazione.

Windows. Se il tuo computer è dotato di Windows 10, è importante sapere che puoi creare un account specifico per tuo figlio, attivando le funzionalità fornite da Microsoft all’interno del progetto Family Safety. Per iniziare, accedi al sistema operativo con un profilo di amministratore e clicca sul pulsante Start (quello con la bandiera di Windows) nell’angolo in basso a sinistra. Successivamente, fai clic sull’icona dell’ingranaggio per accedere alle impostazioni. Nella nuova schermata, seleziona l’opzione Account e, nella finestra successiva, dal pannello di sinistra, fai clic su Famiglia e altri utenti. Nel riquadro di destra, sotto la sezione “La tua famiglia”, troverai la voce “Aggiungi membro della famiglia”. Clicca sul simbolo [+] alla sua sinistra e, dalla finestra che compare, seleziona “Crea un account per un bambino”.

Verrai indirizzato a un nuovo modulo, dove dovrai inserire l’indirizzo email da creare. Premi su “Avanti”, inserisci la password e clicca nuovamente su “Avanti”. Successivamente, compila il nome e il cognome, fai clic su “Avanti” e inserisci il paese di origine e la data di nascita dell’utente nei relativi campi, premendo ancora su “Avanti”.

L’ultimo passo richiede l’autenticazione dell’account Microsoft: inserisci il nome utente e la password e premi “Avanti” per convalidare l’operazione. Se non hai ancora un account, seleziona “Non hai un account? Fai clic qui per crearne uno” e segui i passaggi per registrarlo. Infine, leggi la schermata relativa ai termini di servizio e alla privacy, inserisci il tuo nome account nel campo sottostante e clicca su “Sì, accetto”.

Nella schermata successiva, decidi se concedere l’accesso di tuo figlio a delle app di terze parti (non pubblicate da Microsoft). In caso affermativo, seleziona la casella accanto alla relativa opzione e premi il pulsante “Continua” in basso. Se hai negato il consenso, apparirà un’altra schermata di conferma per l’opzione selezionata. Premi quindi il pulsante “Continua” e, nell’ultimo passaggio, clicca su “Fine”: vedrai un riepilogo dei membri della tua famiglia registrati da Microsoft.

Ora puoi procedere immediatamente alla modifica delle impostazioni o, se preferisci, collegarti al tuo account Microsoft da questa pagina in qualsiasi momento per apportare modifiche. In quest’ultimo caso, per accedere, fai clic sul pulsante “Accedi” posizionato in alto a destra, inserisci il nome utente nella prima schermata del modulo di autenticazione, poi premi su “Avanti”. Successivamente, inserisci anche la password e fai clic su “Accedi”.

Nella schermata principale, troverai la scheda “Famiglia”: clicca su “Gestisci la tua famiglia” e, nella pagina successiva, individua il profilo del bambino. Cliccando su “Panoramica”, accederai a una schermata dove è possibile impostare vari filtri. Esploriamo ora le impostazioni specifiche per la fruizione sicura di un PC con Windows 10.

Facendo clic sulla funzione “Tempo davanti allo schermo”, verrai indirizzato a una nuova pagina in cui, nella parte inferiore, troverai l’opzione per i dispositivi Windows 10. Premi su “Attiva i limiti” per accedere a un pannello con il riepilogo di quelli impostati per ogni giorno: cliccandoci sopra, potrai visualizzare una nuova schermata nella quale è possibile definirli puntualmente.

Troverai, infatti, uno specifico riquadro con un menu a tendina in alto, dove potrai impostare il giorno (o tutti i giorni) che desideri modificare. Nella parte inferiore, troverai una barra per selezionare la quantità di ore che tuo figlio potrà trascorrere davanti al computer. Ancora più in basso, avrai la possibilità di definire la fascia oraria entro la quale potrà accedere al dispositivo. Clicca su “Fine”, e vedrai la tua pianificazione aggiornata nel riepilogo. Ora, passa alla voce “Filtri del contenuto” nel menu di sinistra, e nel riquadro proposto, clicca sul pulsante sotto la sezione “Impostazioni Filtro”. In questo modo, attiverai le restrizioni per i contenuti visualizzati, che, va notato, si applicheranno solo alle ricerche effettuate tramite il browser Microsoft Edge e il motore di ricerca Bing, bloccando completamente altri eventuali browser installati sul PC. Il pulsante sotto la voce “Usare unicamente siti Web consentiti” attiva un’ulteriore misura di sicurezza, permettendo l’accesso solo a siti considerati sicuri da Microsoft. Puoi aggiungerne eventualmente altri nel modulo sotto la voce “Siti consentiti”, digitando l’indirizzo del sito da autorizzare e premendo sul simbolo [+].

macOS. Se stai utilizzando un computer Apple e desideri attivare il controllo genitori su macOS, ti consigliamo innanzitutto di creare un profilo utente dedicato per tuo figlio in locale. Premi sul logo della mela in alto a sinistra, quindi clicca su Preferenze di sistema nel menu che si apre e, nella finestra successiva, tocca l’opzione Utenti e gruppi.

Nella schermata successiva, clicca sul lucchetto in basso a sinistra, inserisci la password di amministrazione del Mac e premi su Sblocca. Ora puoi cliccare su [+] sotto l’elenco degli utenti. Nel modulo che si apre, mantieni il valore Standard nel campo Nuovo account, quindi inserisci il nome completo, il nome utente, la password (da ripetere nel campo Conferma) e tocca il bottone Crea utente.

È importante notare che a partire da macOS 10.15 Catalina, le impostazioni relative ai filtri sono state integrate nella funzionalità Tempo di utilizzo (precedentemente chiamata Controllo parentale).

Adesso, accedi con il profilo del bambino al sistema operativo, clicca sul logo della mela (in alto a sinistra) e seleziona Preferenze di sistema dal menu che appare. Nella finestra successiva, fai clic su Tempo di utilizzo e poi, nella schermata successiva, tocca Pausa di utilizzo nel menu di sinistra.

Premi ora il pulsante Attiva in alto a destra per abilitare la modifica delle limitazioni e scegli se applicare la pausa ogni giorno (potrai impostare immediatamente gli orari a lato di questa opzione, cliccando sulle frecce per definire l’orario di inizio e fine) o selezionare l’opzione Personalizzato. Quest’ultima ti permette di specificare il giorno in cui applicare la limitazione, regolando gli orari nello stesso modo previsto dalla funzionalità “Ogni giorno”.

Clicca sulla voce successiva nel menu di sinistra, Limitazioni app, per accedere a una finestra in cui puoi selezionare le applicazioni da sottoporre a limitazioni (aggiungile premendo sul simbolo [+] in basso). Nella schermata successiva, scegli una categoria di applicazioni o tocca la freccia laterale per visualizzarle e selezionare singolarmente quelle da limitare.

Nella sezione sottostante, definisci il tempo massimo di utilizzo per le applicazioni selezionate nello stesso modo visto per la funzionalità Pausa di utilizzo e premi Fine per convalidare le modifiche. Consigliamo anche di esaminare la funzionalità Contenuti e privacy nel menu di sinistra.

Per apportare ulteriori modifiche, dopo esserti connesso a questa schermata, premi su Attiva. Vedrai quattro schede relative a diverse funzionalità: Contenuto, Store, App e Altro.

In particolare, è necessario evidenziare le opzioni disponibili nella sezione Contenuto, dove è consigliabile attivare le funzioni Limita siti web per adulti e Store. Nella sezione Store, potrai regolare la disponibilità di Film, Programmi TV e App negli store di Apple, definendo anche la fascia d’età più appropriata per gli stessi.

Come attivare il parental control su tablet e cellulare. Se tuo figlio utilizza uno o più dispositivi mobili e hai preoccupazioni riguardo a un uso improprio o all’accesso a contenuti non adatti alla sua età, esploriamo come attivare il controllo genitori su tablet e cellulare utilizzando le funzionalità predefinite dei dispositivi Android e di iPhone/iPad.

Se il dispositivo in questione utilizza il sistema operativo Android, hai a disposizione impostazioni predefinite che consentono di limitare alcuni contenuti e app. In particolare, ti suggeriamo di configurare i controlli di sicurezza sul Play Store.

Apri il Play Store (icona del triangolo colorato) e tocca la tua foto profilo in alto a destra. Nel menu che appare, seleziona Impostazioni e, nella schermata successiva, tocca Famiglia. Accedi all’opzione Controllo genitori per entrare nella schermata dedicata al controllo genitoriale. Troverai in alto un apposito pulsante che, se attivato, ti permetterà di impostare questo controllo tramite un PIN o un’altra modalità di identificazione scelta sul dispositivo. Dopo questa semplice operazione, potrai regolare le restrizioni sui contenuti nelle voci sottostanti.

Tocca la voce App e giochi e individua il PEGI corrispondente all’età del bambino (da 3 a 18). Tocca il valore desiderato e premi Salva per confermare la selezione. Ripeti l’operazione con la voce Film, dove troverai l’indicazione V.M. seguita dall’età.

Un’alternativa efficace offerta da Google è il servizio Family Link, che consente una supervisione dettagliata delle attività svolte dai bambini sui dispositivi Android a cui hanno accesso.

iPad e iPhone. Se tuo figlio utilizza un dispositivo Apple, è importante sapere che ci sono diverse funzionalità native su iOS e iPadOS per attivare i filtri famiglia e impostare limitazioni d’uso. Ecco come attivare il controllo genitori su iPhone e iPad.

Inizia toccando l’icona delle Impostazioni (l’ingranaggio) sulla schermata principale e successivamente seleziona Tempo di utilizzo. Tocca l’opzione Pausa di utilizzo per accedere a una schermata in cui puoi impostare un periodo durante il quale saranno disponibili solo le app autorizzate.

Attiva la funzione premendo il pulsante accanto a Pausa di utilizzo e decidi se applicarla ogni giorno. In tal caso, puoi impostare direttamente gli orari di inizio e fine nella sezione sottostante toccando le voci corrispondenti e scorrendo per impostare l’ora desiderata.

Se preferisci applicare la funzione solo in determinati giorni, tocca Personalizza giorni e seleziona i giorni della settimana per definire fasce orarie quotidiane, seguendo la stessa procedura mostrata precedentemente.

Torna alla schermata principale, premi Indietro e tocca Limitazioni app. Nella schermata successiva, tocca Aggiungi limitazioni di utilizzo, quindi scegli la categoria (o le categorie) di app da sottoporre a restrizioni. Se vuoi operare su app specifiche, tocca la freccia laterale, seleziona le applicazioni desiderate e tocca Avanti in alto a destra per impostare un limite di utilizzo, scorrere l’ora e i minuti. Puoi personalizzare anche i giorni. Infine, tocca Aggiungi in alto a destra per confermare le modifiche. Nota che il limite minimo di utilizzo di un’app è di 1 minuto, quindi per bloccare completamente l’accesso a un’app, dovrai utilizzarla per almeno 1 minuto.

Un’altra funzionalità fondamentale da sfruttare è “Restrizioni contenuti e privacy”. Tocca questa voce per attivarla premendo il pulsante in alto fino a renderlo verde. Nella sezione “Restrizioni dei contenuti”, puoi filtrare i contenuti consentiti nello store. Ad esempio, premendo su “Film”, puoi decidere la fascia d’età massima da abilitare o rendere indisponibili tutti i contenuti.

Puoi anche inibire il download di app, utilizzando le fasce di età come criterio, o filtrare i contenuti web limitando i siti per adulti. Se desideri, puoi aggiungere un ulteriore livello di sicurezza con la funzionalità “Utilizza codice Tempo di utilizzo” nella schermata “Tempo di utilizzo”. Questo codice è essenziale per evitare modifiche alle preferenze da parte del bambino. Premi su questa voce, imposta un codice e confermalo digitandolo nuovamente. Dopo la conferma del codice, ti sarà chiesto di inserire l’ID Apple e la password per consentire la reimpostazione in caso di smarrimento.

Impostazioni privacy