Bonus smartphone: IVA ridotta e detrazione dalle tasse, ecco come utilizzarlo

In arrivo un bonus smartphone con IVA ridotta e detrazione delle tasse. Andiamo a scoprire come sarà potranno utilizzarlo i cittadini. 

Tra i tanti sussidi in arrivo per tutti i cittadini italiani troviamo anche il bonus smartphone. Grazie a questo i beneficiari non solo avranno modo di avere l’IVA ridotta ma anche una detrazione dalle tasse. Andiamo quindi a scoprire cosa bisogna sapere a riguardo e come sarà possibile riscattarlo.

I titolari di legge 104, che riguarda l’invalidità civile, possono beneficiare di un interessante bonus che consente l’acquisto di smartphone con notevoli vantaggi fiscali. Questo bonus prevede l’applicazione dell’Iva ridotta al 4% anziché al 22%, oltre alla possibilità di portare la spesa sostenuta in dichiarazione dei redditi con una detrazione del 19% sull’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef).

Stando proprio alla legge 104 gli smartphone sono considerati dei “sussidi tecnici e informatici” che favoriscono l’autonomia dei titolari. I device in questione possono essere strumenti utili per migliorare la comunicazione interpersonale, l’elaborazione scritta o grafica, il controllo dell’ambiente, l’accesso all’informazione e alla cultura. Oggi quindi andremo a vedere tutte le caratteristiche che permetteranno ad un cittadini di accedere al sussidio erogato dal governo.

Bonus Smartphone, Iva ridotta e detrazione dalle tasse: tutti i requisiti

Per accedere a questo bonus è necessario soddisfare i requisiti previsti dalla legge 104. Durante l’acquisto si dovrà presentare una copia del certificato di invalidità rilasciato dall’Asl competente o dalla commissione medica integrata. Questo certificato attesterà l’invalidità e consentirà l’applicazione dell’aliquota di sconto sull’Iva, andandola quindi a ridurre dal 22% al 4%. Ma la procedura non è di certo finita qui visto che ci sono altri requisiti da soddisfare.

Bonus Smartphone
Tutti i dettagli riguardanti l’ultimo sussidio – SitiWebOk.it

Nel processo di dichiarazione dei redditi, oltre alla documentazione che attesta la titolarità della legge 104 è necessario allegare la ricevuta, la fattura o la quietanza dell’acquisto. Non esiste una franchigia sugli importi e la detrazione può essere richiesta anche dal familiare per cui il titolare della legge 104 è a carico. Ad esempio se vogliamo acquistare un telefono di fascia alta, del valore di mille euro, senza l’utilizzo dello sconto l’Iva del 22% inclusa nel prezzo sarebbe di 180 euro.

Mentre invece applicando il bonus l’aliquota Iva si andrà a ridurre del 4% corrispondente a poco più di 30 euro. In questo modo un telefono di 1000 euro andrà a costare circa 830 euro. Questo bonus quindi si va a configurare come un incentivo significativo per tutti i titolari della legge 104, che adesso potranno accedere a dispositivi tecnologici essenziali andando quindi a sfruttare un notevole risparmio fiscale.

Impostazioni privacy