Caricabatterie portatile smartphone: non sbagliare la scelta, tieni d’occhio queste caratteristiche

Quali sono le caratteristiche a cui prestare attenzione per la giusta scelta del caricabatterie portatile per lo smartphone

Il telefono è il dispositivo che oramai accompagna le persone in moltissime attività quotidiane, e ciò comporta un utilizzo talvolta intenso e, di riflesso, un consumo elevato della batteria: ecco che, in tal senso, torna particolarmente utile riflettere sull’acquisto di un caricabatterie portatile per lo smartphone, la cui scelta deve però tener conto di una serie di caratteristiche e fattori da conoscere.

La scelta del migliore caricabatterie per il telefono passa per le proprie esigenze, così come dalla consapevolezza che non tutti i device presenti sul mercato siano uguali. Gli aspetti differenti riguardano non soltanto la grandezza oppure il colore, ma vi sono vari parametri tecnici da considerare, così da poter prendere la decisione che meglio si sposi con ciò di cui si ha bisogno.

Anzitutto, fra gli aspetti su cui soffermarsi vi è la capacità de powerbank, un valore che si esprime in mAh e che sarebbe bene non fosse troppo basso ma neanche troppo alto, poiché ciò corrisponderebbe ad un peso ed a dimensioni eccessive, un elemento da considerare poiché si tratta di un dispositivo che, probabilmente, si porterà in giro per evitare di restare col telefono scarico.

Caricabatterie portatile smartphone: caratteristiche e parametri su cui soffermarsi per la scelta

La capacità giusta, dunque, di un caricabatterie portatile per lo smartphone, in linea di massima, si ha nel momento in cui si trova il corretto equilibrio. Sarebbe bene orientarsi verso quantomeno 10.000 mAh, ma qualora servisse per caricare più telefoni, sarebbe meglio optare per almeno 20mila mAh o superiore. Generalmente, la batteria di uno smartphone oscilla tra i 4.000 e i 5000 mAh.

Caricabatterie portatile smartphone, occhio a queste caratteristiche prima di comprarlo
Prima di comprare il caricabatterie portatile per lo smartphone, attenzione a questi aspetti da sapere – sitiwebok.it

Altro aspetto su cui soffermarsi riguarda la potenza di ricarica del caricabatterie portatile per il telefono. La potenza si esprime in W, ovvero Watt , e occorre che sia alta a sufficienza, ed è un valore dato dal rapporto fra tensione (V, Volt) e l’intensità di corrente (A, Ampere). Di solito, i powerbank per telefoni hanno un’uscita fra 1 e 5 V, consentendo di ricaricare con potenza standard da 5W, ovvero lenta. Se il telefono supporta una ricarica maggiormente veloce, si potrebbe optare magari per quelli Power Delivery o Quick Charge.

La scelta del giusto caricabatterie portatile dello smartphone richiede anche l’attenzione alla questione della portabilità. Come accennato, tale dispositivo occorra sia trasportabile senza fatica e con comodità. Chi volesse prenderlo magari per viaggiare, o perché lavoratore fuori sede, dovrebbe forse orientarsi verso un modello più leggero e meno ingombrante, anche se dalla minor capacità. Infine, occhio anche alla presenza, quantomeno, di due porte per la ricarica. Così, sarà possibile ricaricare due dispositivi allo stesso tempo. Occhio anche al formato delle porte, di solito si trovano quelli con porte USB-A, le classiche, ma talvolta vi sono anche quelli con USB-C o MicroUSB.

Impostazioni privacy