Smartphone ricondizionati, sono una truffa o un affare? Tutti i falsi miti

Molti utenti non si fidano dei dispositivi ricondizionati, ma nella maggior parte dei casi si tratta di preoccupazioni infondate.

Con l’avvicinarsi del Natale molte persone colgono l’occasione per rinnovare il proprio smartphone o quello di una persona cara. In un periodo in cui i prezzi dei beni hanno raggiunto livelli assurdi, in molti si mettono alla ricerca delle migliori offerte per risparmiare un po’ di soldi. Purtroppo, nel settore della telefonia mobile questo molto spesso implica anche doversi limitare a dispositivi non proprio di primo livello.

gli smartphone ricondizionati hanno la garanzia
Molte delle preoccupazioni sugli smartphone ricondizionati non sono fondate – sitiwebok.it

C’è però un’eccezione a questa regola: gli smartphone ricondizionati. Questi dispositivi spesso sono dei veri e propri top di gamma venduti a prezzi super scontati perché sono stati già acquistati da altre persone ma poi restituiti a causa di malfunzionamenti. Le aziende, anziché disfarsene, correggono i difetti di fabbrica e li rimettono in commercio con un costo particolarmente basso, spesso anche alla metà del prezzo. Negli ultimi anni si sono diffuse molte attività che vendono smartphone ricondizionati, ma molti utenti sono ancora diffidenti nei confronti di questo tipo di prodotti.

Preoccupazioni fondate e pregiudizi: cosa sapere prima di acquistare uno smartphone ricondizionato

Il dubbio principale di molti utenti è quello di ritrovarsi tra le mani uno smartphone sostanzialmente già usato. Questa preoccupazione, però, nella maggior parte dei casi non è giustificata perché questi prodotti vengono revisionati e testati in maniera tale che possano funzionare come nuovi, almeno a livello software. Per quello che riguarda l’estetica del telefono, i rivenditori specificano chiaramente il livello di usura che presenta il dispositivo e molti dei difetti presenti sono praticamente invisibili.

gli smartphone ricondizionati funzionano come nuovi
Gli smartphone ricondizionati funzionano e hanno una garanzia proprio come un prodotto nuovo di zecca – sitiwebok.it

Un altro grande dubbio riguarda la garanzia del prodotto, che non essendo più nuovo potrebbe non essere soggetto alle garanzie che le aziende offrono nel momento in cui viene venduto la prima volta. Anche in questo caso di tratta spesso di un pregiudizio senza fondamento, perché i rivenditori di smartphone ricondizionati offrono generalmente garanzie minime di 12 mesi e anche periodi di prova più o meno lunghi. Certo, tutto sta a scegliere un rivenditore affidabile, ma questo è un discorso che vale per qualsiasi prodotto e per qualsiasi negozio,

Grandi timori anche per la batteria. Gli utenti sanno bene quanto velocemente le batterie degli smartphone perdano la loro capacità e in molti hanno bisogno di cambiare telefono proprio perché la batteria del loro dispositivo non è più in grado di reggere mezza giornata. Gli smartphone ricondizionati, però, non presentano nessuna problematica in più rispetto a quanto facciano quelli totalmente nuovi: la maggior parte di loro viene venduto con una batteria perfettamente funzionante o che possiede almeno l’80% della capacità originale (il limite consigliato dagli esperti).

Le preoccupazioni dei consumatori non finiscono qui: accessori non originali, truffe e igiene sono solo alcuni dei grandi dubbi che attanagliano il possibile acquirente di uno smartphone ricondizionato. La regola, però, è sempre la stessa: leggere bene la descrizione sul sito del rivenditore e dimenticare che gli smartphone ricondizionati siano necessariamente una truffa: molti utenti hanno testimoniato che si è trattato di uno dei migliori affari della loro vita.

Impostazioni privacy