Chiavetta USB finita in acqua: come rimediare? Questo è l’unico modo per evitare di doverla buttare e perdere i dati

La tua chiavetta USB è finita in acqua e non sai come rimediare? Ecco l’unico modo per evitare di perdere i dati.

Sul nostro PC carichiamo davvero tantissime cose: documenti personali, relazioni di lavoro, foto importanti dei nostri viaggi, password di siti e così via. Di conseguenza perderli per un virus entrato nel nostro PC potrebbe essere davvero un peccato. Infatti, nonostante l’antivirus installato al momento dell’acquisto, qualche virus potrebbe ugualmente intaccare il sistema operativo, facendoci perdere tutti i dati importanti. Per questo motivo si opta sempre per l’acquisto di una chiavetta USB.

Ma se questa, casualmente, finisce in acqua? Cosa possiamo fare, in tal caso, per rimediare? Vediamo insieme l’unico modo per poter evitare di perdere completamente i dati. Pronti?

Solo in questo modo non perderai i dati della chiavetta USB

La chiavetta USB è davvero fondamentale ed indispensabile. Su di essa possono essere messi tutti i documenti importanti di cui non possiamo fare a meno, le foto che raccontano di un viaggio importante con la propria famiglia o con il proprio partner e così via. Inoltre la chiavetta USB ci dà anche la possibilità di portare in giro i nostri dati, magari se dobbiamo stampare qualcosa di importante in tipografia, senza alcun tipo di problema.

Può capitare, però, che, erroneamente, quest’ultima possa cadere in acqua. Ad esempio, magari ci casca dalla tasca mentre stiamo camminando sotto la pioggia e cade in una pozzanghera, o ancora la dimentichiamo in un jeans e la laviamo in lavatrice. Un vero e proprio disastro che potrebbe portare alla perdita di dati importanti. In tal caso come possiamo rimediare?

trucchetto usb acqua
Il trucchetto per rimediare alla chiavetta USB caduta in acqua – sitiwebok.it

Il metodo più semplice per cercare di rimediare a questo piccolo inconveniente consiste nel preparare una semplice ciotola di riso (ovviamente crudo) ed immergere la chiavetta USB, dopo averla scossa per bene cercando di far andare via fino all’ultima goccia di acqua presente all’interno di essa. Bisognerà poi lasciare il tutto, senza muovere neanche una virgola, così per due giorni interi. Ciò che accadrà è magnifico: il riso assorbirà su di sé tutta l’acqua contenuta all’interno della pennetta, riversandola su se stesso. Vedrete dunque che piano piano si riempirà come se l’avessimo messo in ammollo. In questo modo i dati saranno salvi.

C’è una piccola annotazione da fare: questo metodo non sempre è efficace al 100%. Può, infatti, capitare che l’acqua entrata all’interno della chiavetta possa essere troppa. In tal caso vi toccherà, se il metodo in questione non funziona, gettare via questa ed acquistarne un’altra.

Impostazioni privacy