Amazon dice addio ad uno dei suoi servizi più utilizzati: ecco come mettere in salvo i dati prima che sia troppo tardi

Amazon abbandona ufficialmente uno dei suoi servizi più utilizzati. Ecco cosa dovete fare per mettere in salvo i vostri dati.

Importanti novità in arrivo per tutti coloro che hanno un account attivo su Amazon. Se il focus in questi giorni è tutto riservato al Black Friday, con le centinaia di promozioni che continueranno ancora per qualche giorno, c’è un’altra notizia dell’ultima ora che sta facendo parecchio discutere. Stando a quanto emerso, infatti, uno dei servizi più amati ed utilizzati dell’azienda a breve cesserà di funzionare.

Una decisione arrivata dopo una lunga serie di riflessioni da parte del colosso americano, che ha deciso alla fine di mettere un punto alla funzionalità e obbligherà gli utenti ad agire di conseguenza. Se anche voi eravate soliti utilizzarlo, ora dovrete fare necessariamente questa cosa per mettere in salvo i vostri dati prima che sia troppo tardi. Ecco tutto quello che dovete sapere e come agire per avere tutto ancora a portata di mano.

Amazon chiude un suo servizio: ecco che cosa dovete fare

È arrivata la fine per uno dei servizi più utilizzati in assoluto da tutti coloro che hanno un account attivo su Amazon. Se anche voi eravate soliti utilizzarlo, c’è una pratica che dovrete seguire per far sì che i vostri dati rimangano attivi e restino in salvo anche dopo che la decisione entrerà ufficialmente in vigore. Si tratta di una mossa che ha destato stupore e che farà discutere anche nelle prossime settimane, sebbene pare non ci sia più nulla da fare.

amazon servizio chiuso
Ecco come salvare i dati su Amazon Drive – Sitiwebok.it

Stiamo parlando di Amazon Drive, uno dei principali concorrenti di Google Drive per l’archiviazione dei dati tramite cloud Storage. Il prossimo 31 dicembre 2023 cesserà di funzionare, come già annunciato nei mesi scorsi dal colosso dell’e-commerce. Fortunatamente però, nulla è perduto. Amazon infatti continuerà a garantire un servizio di questo tipo puntando tutto su Amazon Photos.

L’app è già stata ritirata sia dal Google Play Store che dall’App Store di iOS, e anche l’upload dei file è stato bloccato. Dunque un servizio che in realtà già non può essere più utilizzato, se non per accedere a tutti quei file che erano stati archiviati nei mesi precedenti a questa decisione. Se volete salvare i vostri file, dovete accedere alla versione web del servizio e scaricare tutto sul vostro PC. Procedendo poi ad effettuare un upload su un altro sito di questo tipo. Come può essere Google Drive. Se si tratta solo di foto, potete anche rimanere all’interno dell’ecosistema Amazon sfruttando Photos.

Impostazioni privacy